MONTE PASUBIO

Sulla strada del Monte Pasubio
Bom borombom bom bom borombom.
Lenta sale una lunga colonna
Bom borombom bom bom borombom.
L’è la marcia di chi non torna
de chi se ferma a morir lassù.

Ma gli Alpini non hanno paura!
Bom borombom bom bom borombom.

Su la cima del Monte Pasubio
Bom borombom bom bom borombom.
Soto i denti che ze ‘na miniera
Bom borombom bom bom borombom.
Ze i Alpini che scava e spera
de ritornare a trovar l’amor.

Ma gli Alpini non hanno paura!
Bom borombom bom bom borombom.

Su la strada del Monte Pasubio
Bom borombom bom bom borombom.
Ze rimasta soltanto ‘na croce
Bom borombom bom bom borombom.
No se sente mai più ‘na vose
ma solo il vento che basa i fior.

Ma gli Alpini non hanno paura
Bom borombom bom bom borombom.
Ma gli Alpini non hanno paura
Bom borombom bom bom borombà!

MONTE NERO

Spunta l’alba del sedici giugno
comincia il fuoco l’artiglieria
Il Terzo Alpini è sulla via
Monte Nero a conquistar

Monte Nero monte rosso
traditor della vita mia
ho lasciato la mamma mia
per venirti a conquistar

Per venirti a conquistare
ho perduto tanti compagni
tutti giovani sui vent’anni
la lor vita non torna più

Arrivati a trenta metri
dal costone trincerato
con assalto disperato
il nemico fu prigionier

Colonnello che piangeva
a veder tanto macello
fatti coraggio Alpino bello
che l’onore sarà per te

MONTE CANINO

Non ti ricordi quel mese d’ Aprile
Quel lungo treno che andava al confine
Che trasportavano migliaia di alpini
Su, su correte: è l’ora di partir.
Che trasportavano…

Dopo tre giorni di strada ferrata
Ed altri due di duro cammino
Siamo arrivati sul Monte Canino
E a ciel sereno ci tocca riposar.
Siamo arrivati…

Se avete fame guardate lontano
Se avete sete la tazza alla mano
Se avete sete la tazza alla mano
che ci rinfresca la neve ci sarà.
Se avete sete…

Non più coperte, lenzuola, cuscini,
Non più l’ebbrezza dei dolci tuoi baci:
Solo si sentono gli uccelli rapaci
E da lontano il rombo del cannon.
Solo si sentono…

LA PENNA DELL’ALPINO

Bersagliere ha cento penne,
Ma l’alpin ne ha una sola;
Un po’ più lunga, un po’ più mora;
Sol l’alpino la può portar.

Quando scende la notte buia
Tutti dormono laggiù alla pieve
Ma con la faccia giù nella neve
Sol l’alpin là può dormir.

Su pei monti vien giù la neve
La tormenta dell’inverno
Ma se venisse anche all’inferno
Sol l’alpin riman lassù.

Se dall’alto dirupo cade
Confortate i vostri cuori
Perché se cade in mezzo ai fiori
Non gli importa di morir.

IL TESTAMENTO DEL CAPITANO

El capitan de la compagnia
L’è ferito e sta per morir
E’l manda a dire ai suoi Alpini
Perchè lo vengano a ritrovar.
El manda a dire…

I suoi Alpini ghe manda a dire
Che non han scarpe per camminar
“O con le scarpe o senza scarpe
I miei Alpini li voglio qua”.
“O con le scarpe…

“Cosa comanda, sior capitano,
Che noi adesso semo arrivà?”
“E io comando che il mio corpo
In cinque pezzi sia taglià.
E io comando che…

Il primo pezzo alla mia patria
Secondo pezzo al battaglion
Il terzo pezzo alla mia mamma
Che si ricordi del suo figliol.
Il terzo pezzo…

Il quarto pezzo alla mia bella
Che si ricordi del suo primo amor.
L’ultimo pezzo alle montagne
Che lo fioriscano di rose e fior”
L’ultimo pezzo…

E COL CIFOLO DEL VAPORE

E col cifolo del vapore
la partenza de lo mio amore;
è la partenza de lo mio amore,
chi sà quando ritornerà.

Tornerò ‘sta primavera
con la sciabola insanguinata,
ma se ti trovo già maritata,
oi che pena, oi che dolor.

Oi che pena, oi che dolore
la partenza de lo mio amore.
Starò piuttosto senza mangiare
ma l’amore lo voglio far.