Ricordati, piissima Vergine Maria, che non si è mai udito che alcuno sia ricorso alla tua protezione, abbia implorato il tuo aiuto, abbia cercato il tuo soccorso e sia stato abbandonato.
Animato da tale confidenza, a te ricorro, Madre Vergine delle vergini, da te vengo, dinanzi a te mi prostro, gemendo peccatore.
Non disprezzare, Madre di Dio, le mie parole, ma ascolta benevola ed esaudisci.
Amen.

S. Bernardo

Memorare, piissima Virgo Maria, a saeculo non esse auditum quemquam ad Tua currentem praesidia, Tua implorantem auxilia, Tua petentem suffragia esse derelictum.

Ego, tali animatus confidentia, ad Te, Virgo virginum Mater, curro: ad Te venio, coram Te gemens peccator assisto.

Noli, Mater Verbi, verba mea despicere, sed audi propitia et exaudi. Amen